traduttore

mercoledì, giugno 12, 2019

STAMPARE LA NATURA



La scorsa domenica mi sono presa una giornata tutta per me e ho partecipato ad un corso di “ecoprinting”.
La giornata era organizzata da Mariagrazia Scianna di Bottega Artigiana di Busto Arsizio, col patrocinio dell’Amministrazione Comunale, nell’ambito degli eventi collaterali alla mostra #Humans di #MINIARTEXTIL allestita presso il #MuseodelTessile.
Il corso si teneva a Villa Tovaglieri, un gioiello liberty proprio di fronte al Museo, eravamo in 10 e non ci conoscevamo tra noi ma le foglie, i fiori e soprattutto la nostra esperta insegnante ci hanno coinvolte in modo incredibile.
L’esperta era Marisa Tacchi 
che conoscevo attraverso FB, che avevo visto in tanti post e che mi incuriosiva con la sua stampa di foglie e fiori su tessuti leggeri e pesanti, su magliette e tanto altro.
Finalmente l'ho incontrata e con lei ho incontrato una piccola parte dei suoi segreti tintorii. Gli altri li scoprirò in altri incontri.
Dopo le prime spiegazioni circa la preparazione delle stoffe, ognuna di noi ha creato una composizione di foglie e fiori e alla fine nel pomeriggio ecco la magia della natura trasferita sul tessuto.
Abbiamo fatto ben tre tipi di stampa con stoffe e preparazioni diverse ne avremmo fatte altre volentieri ma la giornata è volata via in fretta
Le foto che vedrete sono una piccola parte del percorso che ho seguito domenica partendo proprio dalla Bottega Artigiana. Tra un po' di giorni potrò lavare i miei tre quadretti e poi vedrete...



































giovedì, maggio 09, 2019

VERONA TESSILE



Sono passati 10 giorni dalla chiusura di Verona Tessile, la manifestazione che per la quinta volta ha presentato ai tanti visitatori il patchwork italiano e estero nella bellissima cornice di Verona. 

Il gruppo di Admaiora ha srotolato tra i Palazzi e le vie della città veneta, famosa per l’Arena e per Giulietta e per il vino e per molto altro, un lungo filo immaginario che ha cucito insieme le differenti mostre allestite dalle Amille, le socie di AdMaiora.

Il filo partiva dal Palazzo della Gran Guardia che ospitava, divise nei vari piani, 5 mostre.