lunedì, luglio 07, 2008

"IL DON" --- "THE DON"



Le parole non bastano per parlare di Don Albino familiarmente chiamato "Il Don".
Come si possono spiegare 45 anni di vita passati con la guida di una persona meravigliosa e come si può spiegare la tristezza e il silenzio che ha lasciato.
Don Albino è stato per molti "ragazzi" della mia età un Amico, un Fratello, un Padre, un Maestro e un Sacerdote..........e se invertissi l'ordine di questi sostantivi mettendo prima di tutti Sacerdote non cambierebbe nulla. Lui era tutto questo e ancora di più.
Appena arrivato tra noi ragazzo tra i ragazzi( lui già sacerdote aveva cinque o sei anni più di mio marito) subito ha determinato una svolta, la sua casa sempre aperta (se non c'era ti accoglieva la mamma) il suo studio sempre a disposizione e soprattutto il suo sorriso e il suo cuore pronti ad ascoltarti.
Il tuo problema grande o piccolo che fosse veniva analizzato e risolto e se era necessario venivano coinvolti anche i genitori.
Tanti miei dubbi e problemi giovanili sono stati risolti col suo aiuto e tante difficoltà presentatesi durante la vita matrimoniale superate grazie a lui.
Quando era necessario era rigido e le sue tiratine d'orecchio erano dure da accettare, tutti insieme abbiamo trascorso delle vacanze indimenticabili in montagna tra canti, preghiere, natura e lunghe passeggiate.
"Il Don" ha celebrato il nostro Matrimonio, il Battesimo dei miei figli e con lui abbiamo festeggiato il 25 anniversario di nozze.
Dopo una malattia breve ma violenta se ne è andato ma ci ha lasciato amore e voglia di dialogo.
Durante il funerale la folla immensa, le autorità, le persone che come noi l'hanno conosciuto come amico e le persone di fede completamente opposta hanno testimoniato la sua vita spesa proprio per aiutare e comunicare con tutti coloro che incontrava sulla sua strada.
Siamo stati fortunati ad averlo incontrato nella nostra vita.
Era un poeta e il suo ultimo libro "Volo di rondini" che ha voluto lasciarci è stato ultimato la scorsa settimana.
Quando mio marito, che l'ha stampato, gli ha fatto vedere una copia lui gli ha detto "Bravo sei stato proprio bravo e l'hai fatto bene".


Words are not enough to talk about Don Albino, friendly named “The Don.”
How is it possible to explain 45 years of life guided by a wonderful person and how is it possible to explain the sadness and the silence he left.
Don Albino has been, for the “young people” of my age, a Friend, a Brother, a Father, a Teacher and a Priest……………and if I’d change the order of these words by putting Priest as first, nothing will change. He was all of these things, and more.
As soon as he arrived among us, that guy among other guys (he was only five or six years older than my husband), he immediately made the difference. His house was always opened (if he was not in, there was his mother letting you in), his office was always opened, but above all…….it was his smile and his heart that were always there ready to listen to you.
Your problem, a big or a small one, was always analized and solved, with the help of the parents if necessary.
Most of my teen doubts and problems had been solved by his help, and many difficulties during the first years of marriage were ridden out by him.
If necessary he was strict and his reproaches were hard to accept. We spent wonderful and unforgettable holidays on the mountains among songs, prayers, nature and long walks.
The Don celebrated our wedding, our children’s baptism and our 25th marriage anniversary.
After a short but violent disease he died, but he left us love and desire to communicate.
During the funeral a huge crowd, the authorities, people who knew his as a friend like we did,and people of a complete different creed gave evidence of his life, spent to help and communicate with anyone he met on his way.
We have been so lucky, because we met him in our lives.
He was a poet too, and his last book “Swallows’ flight” was ended last week.
When my husband, who printed the book, showed it to him, he said: “Well done, you have been very good and you did it very well!”.


Il mio matrimonio.
My wedding.



Cantando intorno al fuoco.
Singing around the fire.


Il sacerdote Don Albino.
The Priest Don Albino.



NON MUORE IL SOLE

Non cercate
dove nasce
il sole.
Non ha casa
per morire.
La sua morte apparente
irraggia luce e calore
su un altro emisfero
lussureggiante.

Don Albino Panzeri


THE SUN DOESN’T DIE

Don’t look for the place
Where the sun rises.
It hasn’t no home
Where it can die.
It’s apparent death
Gives light and warmth
To another lush hemisphere.

Don Albino Panzeri

10 commenti:

Darcie ha detto...

My thoughts and prayers of healing and understanding go out to you, Linda. What a precious life on this Earth he must have led...helping and loving others just as our Father would want.

Blessings to you....

Grazia ha detto...

L'hai detto tu...ha lasciato tanto amore....ed e' vero...si sente dalle tue parole!!!!
Ciao Don....

Anonimo ha detto...

"Don" di questo tipo, purtroppo, io non ne ho conosciuti.
Forse è più giusto dire che IO non ho mai saputo cogliere nei vari "Don" che ho incontrato, più di uno di quei sostantivi che hai citato.
Tu stessa ti definisci fortunata e questa fortuna la potrai custodire per sempre dentro di te, potrai rendere partecipe chi ti sta vicino e condividerla con loro. Nessuno potrà mai rubartela o cancellarla... sarà il tuo bene più prezioso.
Lui continuerà sempre ad essere la tua guida, non se n'è andato, ti è e sarà sempre vicino, ti aiuterà sempre, finchè tu lo vorrai.
Ciao Domenica

brunella ha detto...

Le persone speciali non muoiono,si trasformano in angeli e tu sei fortunata xchè ne avrai uno in più che proteggerà te ed i tuoi cari...Mi farebbe piacere leggere il suo libro,anch'io ho conosciuto sacerdoti speciali e li ricordo con gioia.
Ciao Linda
Brunella

Luciana ha detto...

Ci vuole tempo per elaborare il lutto di una persona amata. Ci aiutano i ricordi, le parole, i gesti, i sorrisi che si intrecciano ai nuovi giorni che verranno, ed è proprio dal groviglio dei ricordi che, per fortuna, risorgiamo con malinconia ma con un'intensità inaspettata, come se la persona scomparsa avesse lasciato in noi un briciolo di vita.
Ti abbraccio.
Luciana

Mariangela ha detto...

Persone che sanno trasmettere la loro ricchezza interiore e, come dici tu, Teodo,fortunati coloro che li trovano lungo il cammino.

Marina F. ha detto...

Anch'io ho "avuto" un don così, come don Albino...ora ha cambiato Parrocchia. Io e te siamo due persone fortunate, il nostro "essere come siamo" lo dobbiamo probabilmente tanto anche a loro ed é per questo mi sento di dirti, sebbene non ti conosca,che abbiamo "vissuto" un grande dono, che portiamo sempre in noi, con noi e che testimoniamo, proprio come hai fatto tu con queste righe.
Ti ringrazio di cuore.

Marina

Silva ha detto...

si capisce che è stato una persona speciale!! continuerà ad esserlo negli insegnamenti che ha lasciato a tutti voi!
un bacio
SIlva

Anonimo ha detto...

che belle parole...e quanto affetto e stima traspare da esse....è un toccasana leggerle in un mondo che fa sempre di tutta l'erba un fascio....
Angela,Ct.

Tanya ha detto...

I'm sorry for the loss of your friend, mentor and father in Christ. How wonderful that he was able to influence so many people in his life and will continue to do so through his poetry after his passing.